26 maggio 2008

Non voglio più vedere...

Questa notte ho fatto un sogno… Dopo aver visto questa foto. Una molletta appesa ad un filo… Probabilmente lasciata appesa abbastanza tempo da far si, che un grazioso ragno ci tessesse attorno la sua lucente ragnatela.

Proviamo a guardarla più affondo… Interpretiamo, immaginiamo… Non fermiamoci solo all’apparenza di ciò che vediamo .

Quante volte vi è capitato di imprecare Dio, perché qualcosa vi va male… ? Io spesso, ( ma perché Dio permette questo? – cosa ho fatto di male ?- ) …

Io, questo ho visto . Un uomo messo alla croce visto di spalle con la testa abbassata , inerme. Impotente davanti alla devastazione, avvolto da ragnatele che quasi lo ricoprono … Morto per la seconda volta. Ma questa volta per sempre. Io sono cattolica, mentirei se dicessi che non è così... Ma qui, si va oltre il proprio credere … La terra, ci sta dicendo che è stufa, della violenza subita in secoli di non rispetto della natura… La gente è impazzita. Ci si ammazza l’un l’altro … Con una tale ferocia da far paura anche ai santi in paradiso… E se realmente, c’è un anima che ci osserva? … Voi credete che davanti a tutto quello che sta succedendo abbia ancora voglia di guardare? ...

Io mi lascerei avvolgere da ragnatele e lascerei che i miei occhi …Si chiudano per sempre…

Janas mi ha scritto: - non ci vedo niente di concettuale…In una molletta avvolta dalle ragnatele- Se, un immagine riesce a trasmettere una tale carica emotiva … Un messaggio così forte, credo che di concettuale ci sia molto.
Janas, io non sono un critico d’arte… Ma ti assicuro che la foto che hai fatto ha una tale intensità che non ci si può fermare al fatto che sia solo una molletta appesa… Il messaggio è un altro … Il concetto sta qui: Nel non vedere una molletta.

La definizione di arte concettuale nel contesto dell'arte contemporanea si deve a Joseph Kosuth che lo utilizzò verso la metà degli anni sessanta per definire il suo obiettivo di un'arte fondata sul pensiero e non più su un ormai frainteso ed equivoco piacere estetico… Voi che ne dite…?

16 commenti:

JANAS ha detto...

caspita Jasna! si devo dire che mentre la fotografavo, dalle diverse angolazioni...anch'io vi ho visto una croce...ma non essendo cattolica ho spostato l'interpretazione, e come dice Radha ho preferito vederci il ponte di Brooklyn con il ragno architetto che costruisce con perizia la sua articolata struttura, gettare un ponte, vuol dire collegare unire due cose che prima erano separate, superare un ostacolo ..trovare un modo per oltrepassarlo!
Ma il primo impulso che mi ha spinto ha fare quella fotografia, è stato proprio una riflessione sul tempo, noi valutiamo se una casa è disabitata o non frequentata, anche dalla presenza delle ragnatele...quella molletta per un po non ha svolto la sua funzione di molletta...il ragno l'ha inglobata nella sua struttura...per il ragno quella molletta era "altro" ..una colonna portante per la sua rete? mi piace che delle cose..che hanno una funzione ben specifica ..diventino altro, mi piace ...vi trovo dell'ironia e l'intelligenza primordiale di un uomo che vede un sasso ...poi va oltre e ci vede altro e trasforma la selce in arma da caccia, in un coltello, in un raschiatoio per trasformare la pelle di animale in un mantello per coprirsi, poi mangia la carne e butta l'osso...poi guarda l'osso e lo trasforma in un ago!!
Quale sia la definizione di Arte ..io Jasna non lo so...leggendo in giro ogni Intellettuale ..ogni artista ..ogni persona..dice la sua, chi dice che l'Arte per essere bella deve essere inutile, perchè ciò che è il prodotto di un bisogno è per sua natura brutto (?), chi dice che l'arte è la capacità di tener vivo il senso di meraviglia del mondo (questa mi piace)..Thomas Mann arriva a dire che: "l'artista è l'ultimo a farsi illusioni a proposito della sua influenza sul destino degli uomini. L'arte non è una forza è soltanto una consolazione!"
Ma chiudo dicendo che se dovessi scegliere una frase per questa foto ..oltre quella sopra...che parla di tener vivo il senso di meraviglia del mondo, e che fondamentalmente e la ragione per cui mi piace fotografare e fermarle queste meraviglie, io in conclusione vi aggiungerei quest'altra citazione di Sandro Penna:
IL MONDO CHE VI PARE DI CATENE
TUTTO E' TESSUTO D'ARMONIE PROFONDE!
e il ragno lo sa!
Grazie Jasna!

Anonimo ha detto...

Complimenti a Janas, anche per la citazione di Penna, assolutamente eccezionale.

Mauro Beghelli

Jasna ha detto...

janas , ti rispondo domani con calma ... ora sono incasinata con i bimbi... per ora grazie...
-----
Mauro grazie di cuore... la nostra ianas in questo ha una cultura straordinaria... e io assorbo tutto....mi sento un bimbo sotto certi aspetti.

Nicola ha detto...

Janas sei proprio tu,ti guardo ti tocco e non ti accorgi di niente...
ora fammi pensare...
Quella molletta cosa potrebbe rappresentare e poi ancora ,ancora ,ancora....

Luigina ha detto...

Anch'io appena vista la fotografia di Janas ci ho visto una croce e mi chiedevo il significato del titolo del post, ma in questo periodo sono un po' tarda di riflessi. Solo guardando meglio e leggendo anche i commenti di altri ho ammirato la sua straordinaria capacità di connotare la realtà e di vederne con l'occhio della fotocamera una simbologia che va al di là della realtà stessa e diventa arte, con il significato da lei preferito, cioè capacità di tener vivo il senso di meraviglia del mondo. Grazie a tutte e due per avermi reso partecipe di questo bello scambio di idee sull'arte e sulla fotografia come interpretazione della realtà

stella ha detto...

L'arte è interpretazione ;anch'io vedo una croce con un Dio triste,molto triste per le "malefatte" delle sue creature...

Jasna ha detto...

janas a te rispondo oggi
------
nicola ben venuto nel mio blog, ho visto che vieni a sbirciare spesso... mi fa piacere.
------
Luigina, forse il bello dell'arte moderna è proprio questo... ognuno di noi interpreta ciò che vede con i propri occhi. non ci sono più i parametri dell'arte classica, anche se continuo a preferirla. forse l'arte concettuale è proprio questo : dare una motivazione a ciò che vedi... è molto discutibile , ma è così... il giudizio che diamo è basato sicuramente anche sullo stato d'animo che in quel momento pervade il nostro corpo.
-------
stella, va benissimo anche la tua interpretazione... fondamentalmente è ciò che ho visto io.

angelo dei boschi ha detto...

Bellissima interpretazione. Io essendo più ottimista avevo visto un povero cristo così buono e paziente, che nell'aspettare di vedere le proprie creature "crescere" (di testa intendo), ed è proprio perché è da tanto che aspetta, che il ragno ha tessuto intorno a lui una trama, non tanto a coprirlo ma per aiutarlo a sorreggersi (tanto la cosa è lunga).

Spero di essere stato chiaro anche se farraginoso.

Buongiorno jasna, radioso!

Anonimo ha detto...

Sono tornato per rileggere il testo di janas. Un testo pieno di ironia e di cultura. Ero capitato per caso ieri e devo dire che mi è rimasto impresso. In compenso,(amo dire ciò che penso) l'altra, la Iasna , nn mi convince per niente.
Se vogliamo cambiare il mondo in modo significativo, se siamo seri nel volercreare un futuro migliore per tutti noi, allora dobbiamo considerare che il solo modo in cui può accadere è come è sempre accaduto: attraverso
l'evoluzione della coscienza. E affinché l'universo evolva al livello della coscienza, tu e io dobbiamo essere quelli che si assicurino che ciò accada.
Significa cioè che prima di tutto dobbiamo SVEGLIARCI:
Ancora nel ventunesimo secolo tu, jasna
ti aggrappi alla speranza che c'è qualcuno lassù o là fuori, una sorta diprincipio divino, di forza più alta, una TestaDivina che sta dirigendo il processo e interverrà e si accerterà che alla fine tutto si metta a posto?
Leggendo il tuo blog si nota la tua tenacia, il tuo giusto orgoglio per aver mantenuto in vita un figlio. Questo è essere svegli.
Ma metti via le mollette e lasciale a Janas.
Bisogna emanciparsi un pochino basterebbe: chiedi alla tua amica, lei ti sa instradare di sicuro.

Anonimo ha detto...

ho dimenticato: sono Mauro Beghelli

Jasna ha detto...

Caro Mauro,o ci sei o ci fai... se leggi bene il testo della mia interpretazione non c'è nulla di ciò che hai detto... ognuno di noi interpreta le cose come le vede... (L'arte è anche questo, non deve essere logica la spiegazione)Io non mi attacco a Dio ho semplicemente interpretato a modo mio una foto. punto. accetto critiche costruttive... non di questo tipo... Janas ha tutta la mia stima , non sei di certo tu che me lo devi far notare. io non cerco di convincere nessuno con il mio blog.. chi mi legge , lo deve fare per il piacere di leggere. Credo anche, che voler cambiare il mondo con l'evoluzione della coscienza ci può stare ... ti assicuro che lavoro giornalmente anche con i miei figli per questo proposito... rimane il fatto che viviamo in un brutto mondo ... tra catastrofi naturali e gente impazzita. e in questo proposito ne io ne te ne janas, possiamo fare niente. se non cambiare in meglio e per quanto possibile il nostro quotidiano... Ti assicuro che io non aspetto l'intervento divino per risolvere le cose... non credo nel Dio onnipotente.... rispetto semplicemente la cultura che mi hanno insegnato... credo nella mia coscienza e nelle mie forze... che sono quelle che mi hanno tirato fuori da tutte le difficoltà che ho incontrato nel mio cammino. Spero di essermi chiarita.

Jasna ha detto...

cara janas... ora devo pure litigare! Spero di non aver offeso la tua intelligenza con la mia interpretazione...

irreale ma sentita... mi è piaciuta molto la tua storia dell' evoluzione dell' uomo. nell'arte Dio o Cristo o Gesù sono stati usati in tutti i modi possibili immaginabili, sia in maniera storica che in maniera mistica o atea qui la religione non centra centra il simbolismo della croce. Poi sta a noi come dici tu vederci qualcosa dentro che sia una forma o un'oggetto utile. la creatività e l' interpretazione sta a noi crearla . Non mi ci metto neanche a definire l'arte... a mio parere deve essere piacere puro ... visivo , tattile ... deve saperti sorprendere avvolgere , stringere... ed è quello che ha fatto il tuo ragno ...mi ha dolcemente avvolto in una grande emozione ... grazie a te.

angelo dei boschi ha detto...

... e mentre litigate il povero cristo aspetta paziente ...

Ero passato per un saluto rapido e mi trovo in mezzo ad una simil-lite

ciao jasna. Ti quoto 100%! :D

JANAS ha detto...

Mauro...ti ringrazio per i tuoi apprezzamenti, ma forse sei stato un po troppo duro con Jasna che a suo modo ha semplicemente espresso, quello che la foto le ha suscitato! Nel mio post e in questo di Jasna, sono state diverse le impressioni suscitate da questa foto, alcune più serie ...alcune in versione umoristica, è questo mi piace, dici bene..adoro l'ironia!
Ma nonostante non sia cattolica...e come te non creda in nessuna entità superiore, penso che comunque il rispetto per chi ha un opinione al riguardo, diversa dalla nostra, non debba mai mancare!
Inoltre io non voglio la responsabilità di instradare nessuno, che ancora vado tentoni per cercare la mia di strada,... figuriamoci se posso dare dritte per gli altri, già nutro seri dubbi sulla mia capacità di aiutare i miei figli a trovare la loro...!!
Sono d'accordo con te, che ognuno deve svegliarsi.. avere spirito critico su tutto, non prendere mai niente per scontato perchè è qualcuno o più di uno a spacciarlo come verità assoluta, verificarlo sempre attraverso una attenta analisi!
infine dici bene ...Jasna è tenace, lo è stata nel difendere la vita...nel crederci...nel non abbandonarsi a un senso di sconfitta e di abbandono! ha vinto la sua battaglia...io penso che quella forza le sia venuta dal suo io più profondo...lei forse anche da un altro aiuto esterno...che importa? il risultato è il suo sorriso e quello della sua splendida bambina!
tutto ok!
c'è stato solo scambio di idee...e tutti e due (Mauro e Jasna) siete due tipi che per un motivo o per l'altro, fate pensare ...un albero per lo sviluppo della mente ve lo meritate tutti e due!!

Jasna ...si, ...è proprio questo lo spirito, suscitare emozione o no...
;)

Jasna ha detto...

ciao angelo non sto litigando con nessuno...mauro ha detto ciò che pensava.... in maniera rispettosa... io non condivido ma il mondo è bello anche per questo... grazie per il 100% sei un tesoro...

Jasna ha detto...

Grazie Janas... per le parole che mi hai riservato ... evviva le emozioni! pensa che noia la vita , senza quest'ultime.