25 febbraio 2008

FBL - Fa Balà Lòg (fai ballare gli occhi)

Il maestro

Il post di oggi, è ispirato ad un grande amico… Rino. Artista a 360°. Pittore, ceramista, apicoltore, gastronomo e in fine un eccellente cuoco. Lo conosco da circa quattordici anni, anni in cui ho saputo apprendere facendo ballare i miei occhi, per l’appunto. Lui è un convito sostenitore del motto coniato qui sopra: “Se si vuole imparare a costruire, creare qualcosa di proprio, bisogna prima essere dei grandi osservatori, e saper rubare con furbizia le doti di altri... Guardando. metterle , poi in pratica con creatività propria”. Ho avuto la fortuna di lavorare con lui qualche anno, la cosa che amo di più è vederlo lavorare con le sue dita. Si, perché il maestro non lavora con le mani ma con le dita. Con maestria e grande abilità maneggia e trasforma cibi, colori , crete e mieli… rendendoli tutti, delle vere e proprie opere d’arte. Amante di Caravaggio per le sue splendide opere di luce, Rino oggi, crea con il cibo dei veri e propri dipinti, trasformando frutta , vegetali e quant’ altro in vere e proprie estemporanee commestibili. Perché vi parlo di lui: Perché sono una ferrea sostenitrice …Che: Più cose si sanno fare nella vita, meno si ha bisogno dell’ aiuto materiale di altri. Io ho imparato a mie spese ad essere indipendente,( non denigrando l’aiuto a nessuno), ma oggi vivendo in un mondo globalizzato, dove non esiste più nessuno che sappia fare un lavoro concreto , imparato in bottega dal padre o dal nonno, rimpiango amaramente il passato. Dove esisteva la piccola bottega artigiana che ti riparava le scarpe, o il ferramenta dove si poteva comprare qualsiasi tipo di utensile , e al di là del banco si trovava la competenza, la cordialità, la professionalità di un lavoro tramandato di generazione in generazione. Oggi si vive nella spersonalizzazione, e il mio caro amico Rino, rimane una mosca bianca in mezzo a questo brutto mondo, fatto di mega distribuzioni. Ho imparato da lui a essere competente e professionale, non importa cosa io stia facendo. Mettendo in pratica, nella vita di tutti i giorni la regola FBL. Con umiltà, e senza presunzione di saper fare di più di altri, ogni giorno cerco di applicare questa semplice regola. Anche nell’ leggere commenti di altre persone si apprende qualcosa di cui non si era a conoscenza. Non bisogna fermarsi di osservare , solo perché si è laureati. La laurea non è un arrivo per uno studente , deve essere una partenza. Un parto non è un arrivo, ma è una partenza , per una madre che si trova a dover crescere un figlio. L’umiltà deve essere alla base dell’ apprendimento, l’umiltà, fa vedere cose nascoste, sfumature che non si vedrebbero se non con il ballo degli occhi. Grazie Rino.


Una sua opera di pasticceria

Le sue api

Una sua composizione gastronomica


PS : Un grazie anche alla cara amica Lorena impagabile compagna di vita e d'avventura, dell' amico Rino.
Se doveste passare da Oggiona (Va) ... Fate un salto alla loro locanda ... Non ve ne pentirete.
La Locanda dell' orso e il miele.

11 commenti:

rosy ha detto...

Cos'è questa meraviglia???? io non riesco a capire come fanno a fare delle torte cosi belle!!!!complimenti per il tuo blog passo spesso a leggerlo anche se non lascio commenti. a presto

Jasna ha detto...

Ciao Rosy Anch'io passo spesso da te. Pensa che quella torta me l'ha fatta al momento. Era la torta per il battesimo di mia figlia Zoe. Non ti dico il gusto!MMMMMMMMMMMM!!!!

Luigina ha detto...

Dimmi con chi vai e ti dirò chi sei. Ma che begli amici che hai Jasna ma che belle cose che sanno fare. Ogni giorno è una sorpresa1 Slurp!

Luigina ha detto...

Dimenticavo che anch'io amo cucinare e far ballare gli occhi come il tuo amico Rino, anche se non credo di essere così brava.Adesso vado a curiosare anche nel blog di Rosy per imparare qualcosa anche da lei

rosy ha detto...

ciao jasna, ho nominato anche te per il questionario dei 7 segreti che mi ha inviato una mia amica francese vai a curiosare sul mio sito e vedrai. Il gioco consiste nel dire 7 tuoi segreti e successivamente individuare 7 persone ......Come sei brava a dipingere, hai fatto qualche scuola????anche a me piace pitturare, ho fatto ceramica e terzo fuoco, anche a me piace molto l' arte manuale, ma ora non ho proprio tempo, sono tecniche che richiedono molto tempo mi piacerebbe imparare l' acquerello .... chissà forse un giorno... a presto

rosy ha detto...

Scusa vado un po' di fretta non ho curato molto il lessico ciao baci ai tuoi bimbi che sono bellissimi

Jasna ha detto...

Ciao Rosy grazie! Non l'ho finito io , me lo ha finito il mio amico magister. io ho fatto istituto statale d'arte di Venezia e qualche mese di accademia di belle arti, sempre a Venezia,poi per motivi x mi sono trasferita in prov. di Milano. Ho lavorato qualche anno in due laboratori di vetrate artistiche, so dipingere su vetro,Adoro gli acquerelli , la china, l'amarezza è di non avere più tempo di disegnare. ma ne riparleremo ciao

Jasna ha detto...

A rosy , Grazie per la nomina, un abbraccio... e ora, ti linko.

JANAS ha detto...

ma che bel post e che belle parole..è vero molta gente fa le cose con poca passione ...è si è persa molta manualità!

Jasna ha detto...

@ Janas, per non dire tutta, la maggior parte delle persone ambisce a lavorare dietro a una scrivania, io impazzirei. Ma capisco che c'è bisogno di chi lavora dietro a una scrivania.

Luigina ha detto...

Come sempre i tuoi post e i tuoi commenti mi fanno riaffiorare dei bei ricordi. Quando mio figlio frequentava la prima elementare la sua maestra fece un sondaggio "Quale lavoro vorresti fare da grande" avvocati, medici, astronauti,calciatori,ingegneri naturalmente andarono per la maggiore. Michele fu deriso perche disse che avrebbe voluto fare il gelataio per inventare i più buoni gelati del mendo.Fu deriso dai compagni, ma tornò a casa felice perché la maestra li zittì dicendo che lui aveva capito tutto della vita. Oggi è un bravo fisioterapista e nel suo lavoro mette la passione che avrebbe voluto mettere per creare gelati.