14 marzo 2018

Saremo una cosa sola, per un tempo che non ci è dato sapere



Parte tutto da dei piccoli dettagli,
che arrivano all'improvviso e tutto acquisisce un senso,
qui e ora.
Chiudo gli occhi e appare un frammento di un'immagine sbiadita da un respiro che appanna il vetro di un auto in corsa.
La combinazione chimica perfetta ... 
quella tra il respiro caldo 
e l'umidità dell'ambiente in cui si è.

Vedo i suoi occhi timorosi in una notte d'autunno, 
occhi che guardano fuori dal finestrino di un auto, 
in cui lei le respira contro, 
mentre scruta la pioggia che cade incessante.
Due gocce d'acqua  
corrono sul vetro 
vibrando 
in una danza  
a ritmo regolare... 
sembrano voler scappare...  
corrono ignare 
l'una dell'altra... 
non sanno che si incontreranno li, 
proprio li, 
a pochi centimetri 
su quel piano liscio e trasparente.
Non sanno che saranno una cosa sola 
per un tempo che non ci è dato sapere. 
Ma per quel tempo 
in cui saranno assieme, 
saranno una forma unica 
che si è plasmata volutamente e casualmente 
con tutto il mondo che in quegli istanti gli sarà contro.

(tutti i diritti di pubblicazione sono riservati C )

Nessun commento: