14 aprile 2014

Frida, sei le mie ali.




Chiudo gli occhi e mi ritrovo a risalire una scala fatta di sampietrini bianchi levigati, una spirale perfetta che sale e mi conduce a lei... 
FRIDA ... 
Se penso alla passione pura penso... a lei, 
Se penso all'amore incondizionato... penso a lei, 
Se penso alla forza, non fisica ... la forza d'animo... quella che fa smuovere la determinazione.. penso a lei, 
Se penso alla coerenza e all'amore per se stessi... penso a lei. 
Amo FRIDA.
Per me Frida rappresenta l'amore allo stato puro quello senza vincoli e senza preconcetti confezionati che la società di oggi e ancor di più quella di allora impone e imponeva. 
Di fronte ai suoi quadri, alle foto dei più grandi ritrattisti del secolo scorso, bisogna aprire la mente ed entrare dentro all'animo di  questa donna straordinaria. Frida  fece della sua sofferenza la sua forza riuscendo a trasformare in arte pittorica il suo dolore più profondo e intimo.
Personalmente credo che FRIDA sia la più grande artista del secolo scorso...non per la tecnica pittorica ... che era basica ma per come riusci ad usare questo mezzo per comunicare... con se stessa soprattutto.
Fu definita surrealista dai grandi critici dell'epoca, per il modo di rappresentare la sua arte... ma credo fermamente che Frida dipinse e rappresentò veramente ciò che le passava per la testa... e nel farlo riuscì per la prima volta al mondo, con la sua minuziosità a dipingere il suo dolore come la cosa più preziosa al mondo. 
Il dolore fisico che provò per tutta la vita a causa dell'incidente avuto da ragazza, le donò la determinazione... il dolore umano per non esser mai diventata madre, le dono il coraggio di essere sempre se stessa.
Era un vulcano racchiuso in un corpo in briciole che si sgretolava  giorno dopo giorno. 
Amo Frida perché ha saputo trasformare la sua sofferenza in arte,  la sua interiorità più vera in immagini. Lei è forte, comprensibile, diretta, e lo dico al presente perché Frida è la sua pittura oggi visibile da tutti.
 Le sue opere oggi trasmettono e comunicano a generazioni dopo di lei ... che la vita va vissuta...accada quel che accada. Punto e basta.
Sono andata a Roma,  a renderle omaggio per ciò che mi ha trasmesso qualche anno fa ma soprattutto per ciò che mi sta dando ora.
Sto cercando di riprendere in mano la mia vita... ripartendo da me ... e dalle cose che ho amato e che amo. 
L'arte è una di queste... lei è una di queste cose. 
Oggi Frida rappresenta per me un punto fisso a cui devo far riferimento ogni giorno. 
Penso a lei quando leggo il prof. che dice... "che ha deciso di fare l'insegnante perché desiderava lasciare segni nelle menti, negli occhi, nei cuori, per questo fotografo, parlo e scrivo. Adoro seminare."

Penso a lei quando leggo un'amica che scrive... "che l'amore ti salva qualsiasi forma entri nella tua vita ... sia un figlio, un uomo o  metodo di comunicazione."

Nel mio profilo c'è scritto che amo l'arte in ogni sua forma... ed è vero.

Quando sai esprimerti...creando, sai  trasmettere emozioni che ti entrano dentro e ti fanno vibrare l'anima.

Nella mia vita è rientrata  l'arte ed è ricomparsa con lei... Frida scoprì la pittura nel momento più brutto della sua vita... probabilmente la salvò da morte certa. L'arte le ha insegnato a vivere la sua sofferenza con dignità , forza e determinazione.

Vedendola ieri alle scuderie del quirinale mi ha rigenerato l'anima sanguinante e lo spirito ferito... mi ha dato la forza di sorridere alla vita... perché la vita è meravigliosa e va vissuta attimo per attimo con lo sguardo sempre rivolto avanti ...

Grazie Frida questo è un'omaggio a te.
Frasi celebri di FRIDA
" A cosa mi servono i piedi se ho ali con cui volare"

Il dolore non è parte della vita, può diventare la vita stessa.

La vita insiste per essere mia amica e il destino mio nemico.

Ero solita pensare di essere la persona più strana del mondo ma poi ho pensato, ci sono così tante persone nel mondo, ci dev'essere qualcuna proprio come me, che si sente bizzarra e difettosa nello stesso modo in cui mi sento io. Vorrei immaginarla, e immaginare che lei debba essere là fuori e che anche lei stia pensando a me. Beh, spero che, se tu sei lì fuori e dovessi leggere ciò, tu sappia che sì, è vero, sono qui e sono strana proprio come te.

3 commenti:

educatore ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
educatore ha detto...

Riflessione profonda ed intensa. grazie. :-)

Luigina ha detto...

Grande Jasna: ancora una volta mi dai il coraggio e la forza necessaria di reagire con la determinazione necessaria per continuare ad apprezzare la vita, anche nei momenti più bui, proprio come Frida che ho imparato a conoscere proprio in un tuo vecchio post e che avrei voluto apprezzare in tua compagnia alla mostra di Roma a lei dedicata, se il destino non ci avesse messo lo...zampino. Ma ci sarà sicuramente un'altra occasione per rafforzare il legame che ci unisce da più di 6 anni nella buona e nella cattiva sorte. Nell'attesa ti mando un abbraccio forte