8 aprile 2008

I sassi


Ma persino un piccolo sasso può avere
un significato infinito. Forse proprio
da un sasso è cominciato il lungo
cammino dell' uomo sulla terra.

Tratto da: Storia di settembre
R. Battaglia...

Un piccolo omaggio a Janas e ai suoi sassi. Che in questi giorni ci hanno tenuto compagnia...
Ogni cosa che facciamo, ogni cosa che diciamo, ogni cosa che pensiamo ha un peso... mentale, infinito... anche un sasso può assumere una forma e tramite la nostra fantasia, possiamo interpretarla con lo stato d'animo che ci appartiene, nel momento in cui osserviamo ...

10 commenti:

Luigina ha detto...

Bella e simbolica la tua fotografia. Come già sai mi ha ispirato il completamento del mio post sulla felicità che fa da trait d'union ideale fra te e quello sui sassi luminosi di Janas

JANAS ha detto...

oh! ma cos'è un complotto?? oh voi due ...luigina e jasna? che avete scommesso su quanto tempo avrei impiegato a piangere??
N-O-N V-E L-O D-I-R-O' M-A-I
jasna già l'ho detto nel post di luigina, un sasso mi segue, nelle tasche delle giacche o se non ho tasche ..nella mia borsa, ma sempre a portata di carezza...voi non potete immaginare come sia perfettamente liscio..non lo so descrivere!
non è un portafortuna per me..no!
è un pezzo di questo bel mondo che mi porto dietro..il contatto con la natura..boh! forse come dice la citazione di jasna, mi serve per ricordarmi da dove vengo..vengo da un sasso! e sono un tutt'uno con la natura di quel sasso!
Vi voglio bene...simpatiche rompiscatole che vi divertite a cercare di colpirmi al cuore!!

Mat ha detto...

quanto adoro le mie ziette in trasferte?
troppissimooooooooooooo

acquachiara ha detto...

Credo che ognuno di noi abbia un sassolino raccolto per caso e che ora tiene li senza motivo apparente, perché? forse ci aveva chiamato per starci vicino :-)

JANAS ha detto...

acquachiara..il sasso vicino a noi o noi vicino a lui? Sai che non lo so..questa cosa che tu dici, però io la sento con i libri, l'ho già detto in diversi blog...io non parto mai alla ricerca di un libro preciso, ho la sensazione che alla fine siano loro a scegliere me!

angelo dei boschi ha detto...

Anch'io ho le stesse sensazioni di janas per i libri!!
Mia moglie è un appassionata lettrice e legge di tutto, io mi lascio guidare dalle emozioni, dalle sensazioni.... è qualcosa che non si riesce a commentare con poche parole...
è cuore!
Un abbraccio mattutino, per il resto non m'intrometto!!!!!!

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

I sassi mi ricordano il profumo del mare e quell'avvolgente suono delle onde che trascinano via le pietre dalla battigia.

Jasna ha detto...

@ luy, Mi è piaciuta da subito... non so perché... Forse perché in questi giorni ha prevalso il buon senso dettato dal cuore.
@ Janas , ti sei commossa he!!!!! Il sasso che accarezzi viene dalla tua Sardegna?
@ Mat, Siamo troppo fighe HE!!!!!!
@ Acquachiara, grazie per essere venuto, mi è piaciuto il tuo commento. hai ragione, quando raccogliamo un sasso, non siamo noi che scegliamo lui , ma bensì è lui che sceglie noi.
@ Angelo, ciao caro... ora passo da te a fare il commento sul maledetto mercoledì... grazie, è difficile discostarsi da Janas quando parla di qualcosa in cui crede veramente...
@ Daniele ciao poeta, Anch'io ho la tua stessa sensazione... uno straordinario ricordo l'ho lasciato tra gli scogli della costiera gallese.... i più bei sassi li ho visti li e in Sardegna...

JANAS ha detto...

si..viene da la...

Jasna ha detto...

@ janas... Lo immaginavo... un pezzo della tua terra nella tasca... ti immagino mentre lo accarezzi, chissà quali pensieri scorrono ... heesii!