5 febbraio 2008

Erba


Dopo mezza giornata all' ospedale con la piccola Zoe a Como ... Mi ritrovo qui davanti al mio pc a fare delle piccole considerazioni... Zoe sta bene, sta crescendo bene... Altri bimbi che ho visto questa mattina c'è chi sta bene, e chi sta meno bene... Tutti, accompagnati da genitori più o meno apprensivi, giustamente preoccupati per lo sviluppo psicomotorio dei proprio bimbo. E tutti si chiedono: (mio figlio riuscirà a parlare, a camminare a sorridere a pensare come qualsiasi altro bambino?) ... Perché dico questo? ... Perché all' alba delle 14.00, mangio un pasto fugace e inizio a spulciare i blog dei miei nuovi amici... Come ultimamente accade, il post che mi colpisce di più è quello di Alessandro, mio marito, che si è creato nel suo sito un posticino per i suoi pensieri ... Oggi parla del caso di Erba , e di tutti quei bambini che non hanno avuto giustizia con la giustizia (Scusate il gioco di parole)...Lenta e schifosamente contorta del nostro amato paese. Alla fine della lettura del suo post... Ho pensato a questi bambini che non hanno colpe se non voler comunicare come ne sono capaci... Urlando , giocando , facendo rumori, piangendo, saltando ... Ma a qualcuno non va bene ... e si avvale della facoltà di far fare definitivamente silenzio.

Il Pensiero di Alessandro: Dal sito -www.alevid.it-

"Erba" ha sempre identificato un tenero fusto verde che ricopre superfici di terreno a volte rendendole particolarmente piacevoli. Poi che dire... identifica geograficamente in modo proprio una cittadina comasca.... col passare degli anni identifica in gergo una droga..... e adesso guarda un po': MORTE e FARSA in TV. Personalmente, non sono un grande navigatore e a pensarci bene non guardo nemmeno più la televisione e i giornali: sono molti i fatti che mi sfuggono al punto che talvolta offro l'impressione di uno sprovveduto cavernicolo di fronte ai miei amici maghi e divoratori della cronaca del quotidiano. Francamente, da quando i miei due marmocchi mi costringono a vedere Winnie Pooh all'ora di pranzo godo di una migliore digestione. Purtroppo capita che, come oggi, i clienti della farmacia mi lascino qualche minuto libero e navigo tra i fatti di cronaca. Prima pagina di Libero.it: Erba, il processo multimediale. Ci risiamo, buffonata giornalistica alla "grande fratello"... Ma a chi importa, oggi funziona tutto così. Il mondo del morboso e dei ficcanaso incanta nei modi e nell'apparire: lo spettacolo innanzitutto, Cogne non è stato un caso....

Qualcuno si accontenta della facciata: tutto sembra essere, ma non è. Siamo nella società della tolleranza. Fanno bene, fanno male... i giornalisti, ma guarda se si può..... tutto pro e tutto contro... e ci si ferma lì. Parliamo, parliamo, in fondo siamo tutti opinionisti.

Nel mucchio di parole, cerchiamo con attenzione: a volte le perle si confondono nel liquame. Parliamo delle cose, delle persone importanti.

Youssef, Tommy, Samuele, Matilda vittime, come tanti altri bimbi, dell'universo dei grandi. Rivolgo un pensiero d'amore a tutti i bambini che soffrono. Maledetti coloro che ne determinano la sofferenza e la morte. Maledetti coloro che non sanno tutelare le creature più dolci e straordinarie del creato.

Nessun commento: