Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2018

Il mio cuore di cartone - Prima recensione sul blog di Mamme a Milano

Immagine
Opera di JPZ per "Il mio cuore di cartone"  https://www.mammeamilano.com/il-mio-cuore-di-cartone/?fbclid=IwAR1ciBcIrXjiaEGIAkZZho6yKt2-tgi0JMagAgZMp00yGP6WykvVMkizCWA Arriva la prima recensione del libro e non arriva da una persona qualunque ma da Giuliana . Una donna, una mamma, una scrittrice, una blogger e chissà cos'altro, conosciuta per puro caso 10 anni fa a Varese ad una cena tra donne e mamme blogger e mai più rivista.  Ricordo che in quell'occasione le feci dono del mio primo libro "La forza della vita"   .  Senza volerlo si trovò dopo qualche mese a vivere l'esperienza della prematurità con il suo secondo figlio. Destino? coincidenze?  Fatto sta che le nostre strade si sono intrecciate per casuali motivi prima e di nuovo ora.  Non credo nel caso, credo fortemente che ognuno di noi sia connesso a qualcun altro perché la vita stabilisce che questa o quella persona debba lasciare dei segni in noi. Sta a noi accogliere chi a

GrandeAle entra nel carcere di San Vittore - di Luisa Mondella

Immagine
Condivido con infinito piacere un post di una cara amica. Luisa. Vi faccio un invito a non fermarvi dal leggere questo post guardando la lunghezza del testo, perché questo articolo è un inno alla vita e alla speranza. Leggetelo, fatelo vostro, immaginando questo viaggio all'interno del carcere di San Vittore a Milano al fianco di questa donna che ha fatto della sua più grande sofferenza la sua più grande forza. Oggi leggendo i commenti che accompagnano questo capolavoro, mi è balzata agli occhi una frase:  "Siamo nati nel bene e nel bene dobbiamo tornare." Vedere la luce dove tutti vedono il buoi è una gran bella visione. Non è facile, soprattutto con i tempi che corrono. Non pensare che ciò possa accadere anche attraverso noi vorrebbe dire non avere speranza.  Io preferisco vivere attraverso la luce di un pensiero che mi accompagna nelle azioni di un nuovo giorno.  Grazie LU per questo bel regalo che mi hai fatto. J Disegno di JPZ GRANDEAL

Il mio cuore di cartone - finalmente sei tra le mie mani

Immagine
Sono felice. Provo una bella sensazione nello scriverlo. Nove mesi di lavoro e tanto amore per i bozzetti che disegnano e raccontano la storia di questo libro. Vi confesso spudoratamente che ci sono stati momenti in cui non c' ho creduto, mi sembrava un sogno troppo grande da realizzare da sola. Invece eccolo qui... ...sei finalmente tra le mie mani. Inizio ad avere riscontri tra gli amici e persone che mi scrivono e che lo hanno letto, tutte hanno un unico comune denominatore: è un libro per bambini che però dovrebbero leggere i (grandi). Grandi lo metto tra parentesi, perché essere grande non vuol dire necessariamente essere giusto o maturo o attento. Essere grande in questo libro è avere coraggio, è avere nuovi occhi per vedere è avere tempo per ascoltare. Essere grande in questo libro e saper accogliere la gioia come un dono condividendola con umiltà e gratitudine. In questo libro l'albero rappresenta LA VITA che riceve in dono il cuore di un bambino puro.

Il mio cuore di Cartone - La speranza

Immagine
La speranza - acquerello e china Opera tratta da : IL MIO CUORE DI CARTONE di Jasna Paola Zanzottera Ho desiderato fortemente questo cuore verde,  perché il verde è il colore della speranza  di poter vedere un giorno  tutti gli uomini guardare il cielo e le sue stelle  con occhi grati.